Coppa delle Province 2018: Livorno trionfa nel sentitissimo e eterno derby, a Prato il remake della discussa partita del 2017 contro Arezzo

Domenica 18 Febbraio si sono disputati i quarti di finale della quattordicesima edizione della Coppa delle Province 2018, la sentitissima e talvolta controversa manifestazione a squadre dedicata ai nati nel 2007, 2008 e 2009 che vede impegnati tutti i migliori giovani della regione suddivisi per rappresentative provinciali. La compagine vincitrice della fase Regionale rappresenterà la Toscana nella fase di Macroarea.
Raggiungono in semifinale Firenze 1 e Lucca, già avanti in quanto prime dei rispettivi gironi, Livorno e Prato: la compagine labronica vince per 5-4 il sempre sentitissimo derby contro Pisa, mentre i pratesi si impongono con Arezzo nel remake della sfida del 2017 che lasciò pesanti strascichi e polemiche.

Domenica 28 Gennaio – 1a giornata
GIRONE 1
Pisa – Siena 5-4
Grosseto – Arezzo 4-5
GIRONE 2
Pistoia – Prato 4-5
Massa – Firenze 1 2-7
GIRONE 3
Firenze 2 – Livorno 4-5
Lucca riposa

Domenica 4 Febbraio – 2a giornata
GIRONE 1
Arezzo – Pisa 5-4
Siena – Grosseto 4-5
GIRONE 2
Firenze 1 – Pistoia 5-4
Prato – Massa 7-2
GIRONE 3
Lucca – Firenze 2 5-4
Livorno – riposa

Domenica 11 Febbraio – 3a giornata
GIRONE 1
Pisa – Grosseto 5-4
Siena – Arezzo 2-7
GIRONE 2
Pistoia – Massa
Prato – Firenze 1 2-7
GIRONE 3
Livorno – Lucca 3-6
Firenze 2 riposa

Domenica 18 Febbraio – Quarti di finale
Pisa – Livorno 4-5
Firenze1 bye
Lucca bye
Arezzo – Prato 3-6

Domenica 18 Febbraio – Semifinali
Livorno – Firenze1 
Prato – Lucca 

PLAY-OFF

Condividi su:
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Technorati
  • RSS

12 risposte a Coppa delle Province 2018: Livorno trionfa nel sentitissimo e eterno derby, a Prato il remake della discussa partita del 2017 contro Arezzo

  1. Domanda scrive:

    Prato vs Arezzo REMAKE .
    Mah?

  2. Ruggero Freddi scrive:

    Segnalo Girone 3 la vittoria di Lucca che la qualifica insieme a Livorno e domenica prossima scontro decisivo per il primo posto.

    In ottica di ciò che scrivete sotto segnalo che Lucca ha vinto nonostante qualche bambino di Firenze un po’ troppo “agitato”, per questo alla fine ha vinto chi lo meritava!

    • marco scrive:

      Cosa vuol dire ” qualche bambino troppo agitato ” ,può essere male interpretato Ero presente durante tutti gli incontri e ho visto gran correttezza da parte sia di genitori che dei ragazzi in campo , oltre che dei maestri , pur che il match Firenze Lucca sia terminato 54, se poi il suo riferimento è ad un abmbino che si è messo ad inveire contro se stesso , ritengo che ciò possa avvenire in bambini che hanno 8 anni , ma tale comportamento c’è stato solo per caratteristiche personali che non spetta a noi giudicare
      Maestro Marco

      • Ruggero Freddi scrive:

        Maestro, si mi riferisco proprio a quel bambino: era compito suo evitare in particolar modo i lanci di racchetta e prima ancora era compito dei genitori.
        Abbiamo due visioni diverse dell’educazione, me ne farò una ragione.

  3. flyfox scrive:

    A “tennista vero” dico che la retorica da lui presentata ha fatto il suo corso…ciò che lei dice è giustissimo, e avvalora la tesi da me portata avanti : lo scorso anno i bambini hanno dovuto pagare il conto lasciato da altri..e ancora qualche mente egregia avrebbe voluto escluderli dalla manifestazione 2018!
    quello che è successo l’anno scorso è solo la punta dell’iceberg: basta vedere uno qualsiasi dei tornei giovanili che si susseguono in Toscana per assistere a scene raccapriccianti fra i genitori, spesso provocate dalla costante mancanza di un giudice arbitro in grado di dirimere ogni eventuale “contesa”.
    non condivido affatto la sua teoria dell’ “eliminazione” dei genitori: onde essi possano condividere gioie e “dolori” insieme ai figli occorre una presenza certa di ufficiali di gara qualificati,che siano presenti quante più volte possibile agli incontri; solo in questo modo le cose potrebbero finalmente migliorare.

    • Tennista vero scrive:

      Puo’ darsi che la mia retorica abbia fatto il suo corso, come dici tu, ma di fatto è servita a ben poco, visto che le scene di cui tu parli, si ripetono continuamente sui campi di gara dei più piccoli.
      E allora se è vero che la presenza di un giudice arbitro potrebbe evitare qualche problema, devi anche sapere che spesso i giudici nei tornei under sono dei veri e propri volontari che prestano la loro opera per pura passione e che, in ogni caso, il fatto che sia necessaria la presenza di un giudice in ogni partita fra giovanissimi, la dice lunga sull’approccio al tennis di certi maestri, di certi genitori e anche di certi piccoli giocatori.
      Non ci nascondiamo dietro un dito, al primo torneo vinto o al primo piazzamento onorevole, tutti i genitori (e anche qualche maestro) pensano di avere il piccolo Nadal e il bambino, consciamente o inconsciamente, respira questa atmosfera e spesso si comporta di conseguenza.
      Con questo non voglio certo eliminare i genitori, che tanto fanno per i loro figli, ma dare qualche piccolo suggerimento nell’esclusivo interesse di tutti.
      Comunque in bocca al lupo a tutti i bambini !

      • marco scrive:

        Flyfox le faccio una domanda , ma secondo lei parlando di incontro di bimbi di 10 anni , c’è proprio bisogno di un giudice arbitro che mantenga gli animi sereni ? Personalmente ritengo che non serva , in quanto quando i bambini di 10 anni giocano fra loro , al tennis , al clacio , all’interno del giardino di scuola o in un campo o strada qualsiasi , non ci sono esasperazioni che pèortino a litigi o quant’altro , purtroppo però noi adulti , spesso per troppo amore o per troppa esagerazione o importanza a questo o quel risultato , mettiamo bocca o facciamo gesti che crano situazioni che poco hanno a che fare con i valori etici dello sport , e , se mi permette , a dieci anni tutto il resto deve essere marginale e sdrammatizzato .Purtroppo non è così ed è colpa di noi adulti , come purtroppo l’anno scorso nello scontro Prato Arezzo ha dimostrato ampiamente ,

  4. Tennista vero scrive:

    Ma fate la finita con queste polemiche sterili e ridicole e lasciate che i bambini giochino a tennis e che si divertano.
    Ma lo vedete che tutta questa esasperazione dell’agonismo giovanile nuoce ai bambini e in prospettiva non serve a niente.
    Al tennis vero non arriva nessuno e se non ci fossero ancora Fognini, Seppi e Lorenzi il tennis italaino potrebbe chiudere bottega.
    Lo volete capire che vincere e/o partecipare alla coppa delle province è solo un bella esperienza per i bambini ma che, in prospettiva, non significa niente.
    Lasciate che imparino e che si divertano e riflettete su un fatto : da quando la Giorgi (unica vera attuale tennista italiana) ha liquidato il padre, sul campo e nelle interviste non la si riconosce,(ovviamente in positivo) e ci sarà pure un motivo.
    E badate bene, chi scrive è un genitore di un tennista che ha fatto gli errori di tutti i genitori, ma che almeno ha imparato qualcosa.
    Buon tennis a tutti !

  5. Domanda scrive:

    Immagino che sei di arezzo vero? Perché a prato sono più signori
    Nemmeno a Livorno , anche loro si sono dati una calmata .

    • flyfox scrive:

      ..mi sembra che la calmata te la devi dare piuttosto…..il fatto che a distanza di un anno tu abbia ancora il dente avvelenato in questo modo non depone a tuo favore…
      per fortuna i bambini sanno essere migliori degli adulti e renderanno onore alla manifestazione! e SI , sono di Arezzo,e colgo l’occasione di fare un grande in bocca al lupo alla nostra squadra e a tutte le altre , onde possano disputare uno splendido torneo.rilassati

  6. flyfox scrive:

    Bravo egregio Sig. Domanda ! è evidente che a distanza di un anno ci sia ancora il bisogno di dire qualche cretinata …secondo la tua mente malata Prato e Arezzo dovevano essere squalificate a vita? e i ragazzi pagare ancora per errori nin commessi da loro??fai un favore a tutto il movimento tennistico : cambia sport da seguire, le bocce per esempio , farebbero per te.

  7. Domanda scrive:

    Scusa anche prato e arezzo ?nn è bastata la
    Lezione dell anno scorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *