Paolo Lorenzi insignito come socio onorario del Circolo Tennis Siena!

Paolo Lorenzi socio onorario del Ct SienaIl Consiglio Direttivo del Circolo Tennis Siena ha deliberato di porre in approvazione alla prossima Assemblea la proclamazione di Paolo Lorenzi Socio Onorario dell’Associazione Sportiva Dilettantistica di Vico Alto. Il Consiglio motiva la proposta per gli eccellenti risultati conseguiti da Paolo Lorenzi alle Olimpiadi, in Coppa Davis, in tutti i tornei Majors, per il Best ranking ATP 35,  per la vittoria nel torneo ATP 250 di Kitzbuhel e le due finali ATP 250 di Quito e San Paolo.
Paolo Lorenzi è attualmente Socio Ordinario a Vico Alto, dal 19 febbraio 1999 per l’esattezza, ed è sempre rimasto alla realtà dove ha imparato a giocare. Lo scorso 6 dicembre l’Università degli Studi di Siena e il Circolo Tennis Siena, unendo le prorie forze, gli hanno dedicato una giornata sottolineando il suo ranking di miglior tennista nazionale nel 2016, nonchè come più forte senese nella storia dei gesti bianchi. A dicembre Paolo, oltre che tennista internazionale anche studente Usiena, è stato così festeggiato nell’auditorium del Santa Chiara Lab, intervistato dal direttore di Ubitennis Ubaldo Scanagatta, uno dei più importanti giornalisti italiani, in una lezione intervista in cui ha parlato di “talento e costanza per superare gli ostacoli” e dei fattori che hanno forgiato positivamente la sua crescita consentendogli di raggiungere risultati significativi come la partecipazione alla Coppa Davis e agli incontri del Grande Slam.
Paolo Lorenzi non è solo il miglior tennista italiano in attività, ma anche un modello senese affermatosi in campo internazionale restando molto legato alla sua città e alle sue istituzioni, cercando di esportare i valori positivi appresi all’ombra della Torre del Mangia. Il suo talento e la sua costanza lo hanno portato a raggiungere il top in campo tennistico, con la Coppa Davis ed i tornei del Grande Slam. L’Università degli Studi di Siena, della quale Paolo è un atipico studente lavoratore, gli ha aperto l’aula dall’altra parte della cattedra, per raccontare alla comunità studentesca, accademica e cittadina come le doti naturali e lo spirito di sacrificio siano imprescindibili per abbattere ogni barriera che si pone di fronte agli obiettivi personali.

Fonte: Ufficio stampa Ct Siena

Condividi su:
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Technorati
  • RSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *