Play-off Campionato Invernale limitato 3.4 maschile: la lunga campagna in terra piombinese è vincente, il Tc Montevarchi di Toti e Grifoni si laurea campione toscano

Domenica 11 Febbraio si è disputata la finale del Campionato Invernale limitato 3.4 maschile: i play-off erano partiti dai sedicesimi di finale e erano composti dalle trenta squadre qualificate dalla fase a gironi. 
Sono state At Piombinese e Tc Montevarchi a giocarsi il titolo regionale nella finale in programma a Piombino. Il match più atteso era sicuramente il singolare numero 1 tra Tommaso Rombai e Stefano Toti: una vera e propria sfida generazionale tra il giovane rampante di casa e il cinquantasettenne aretino dal glorioso passato. Nonostante le numerose primavere di differenza, Toti è partito molto forte ed ha arginato il ritorno avversario nel secondo set, allungando nuovamente nel terzo. Sullo 0-1 le speranze dell’At Piombinese erano nelle corde di Alessandro Dolfi, specialista dei campi rapidi: contro Marco Grifoni, altro tennista dal passato prestigioso, il match è rimasto sul filo dell’equilibrio per un set, ma dopo il 7-5 a favore del giocatore ospite quest’ultimo ha preso il largo e ha messo a segno il parziale decisivo.

PLAY-OFF

FASE A GIRONI

Condividi su:
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Technorati
  • RSS

19 risposte a Play-off Campionato Invernale limitato 3.4 maschile: la lunga campagna in terra piombinese è vincente, il Tc Montevarchi di Toti e Grifoni si laurea campione toscano

  1. Gianni scrive:

    L’Associazione Tennistica Piombinese e i ragazzi della squadra si complimentano con il team del Tc Montevarchi per la meritata vittoria nella finale di Piombino…è stato un vero piacere confrontarsi con una squadra dall’alto tasso tecnico e da l’esemplare correttezza dentro e fuori il campo…desideriamo inoltre ringraziare la redazione di Grantennis Toscana x aver commentato con articoli chiari e precisi tutto il percorso svolto nella competizione …saluti a presto

  2. Gnari scrive:

    Se i costieri sono andati in finale sarà sicuramente merito del loro capitano più che del campo.

    • Mike scrive:

      Se la squadra e’ arrivata in finale il merito e’ dei giocatori in piccolissima parte anche del capitano che qualche partita l’ha giocata prima di infortunarsi.comunque e’ facile fare ironia senza metterci la faccia con un nome inventato complimenti

    • Nedo scrive:

      Sig. Gnari, ma non sa’ che non è possibile esprimere un’opinione, fare pronostici e men che meno fare ironia?

  3. Marco scrive:

    Voglio ringraziare tutti i componenti della squadra A.T. Piombinese per la sportivita’, la bravura e la cordialita’ riservata alla compagine del TC Montevarchi, doti messe in mostra dal numerosissimo pubblico che ci ha fatto sentire quasi a casa nostra. Dal punto di vista prettamente sportivo devo sottolineare che l’esito delle due partite poteva tranquillamente essere a favore della societa’ ospitante tanto e’ stato l’equilibrio dei contendenti. Di nuovo un applauso a tutti e complimenti ai bravissimi Tommaso Rombai e Alessandro Dolfi

  4. Nedo scrive:

    Ho solo espresso un pronostico, considerando,oltre la caratura tecnica dei giocatori impegnati, anche le caratteristiche del campo, che in alcuni casi, può essere determinante, come insegna storicamente la coppa Davis (dato che vengono tirati in ballo professionisti di questo bellissimo sport). Se facendo questo, ho urtato la sensibilità di taluni, mi scuso. Ripeto: era solo un pronostico. Cerchiamo di soppesare le parole per argomenti di ben altra importanza rispetto ad un campionato limitato 3.4.

    • Lorenzo scrive:

      Con estrema tranquillità e serenità le consiglierei di rileggere il suo primo commento perché non mi sembra che il concetto espresso sia lo stesso….ma questa è solo la mia opinione, probabilmente sbagliata
      Cordialmente
      Luca

  5. Roberto Catalucci scrive:

    Play-it

  6. Roberto Catalucci scrive:

    Il tappeto play-out di Piombino è lo stesso dove a Modena hanno giocato il Senior Tour MacEnroe 1959 ed altri ex campioni. Definirlo ai limiti della regolarità è indice, a mio avviso di grande incompetenza.E la chiudo qui

    Tecnico Nazionale Roberto Catalucci.

    • Mario Monti scrive:

      Non c’e’ bisogno di ricorrere al fatto che, su un campi analogo in altra località, ci abbian giocato ex campioni, ne c’e’ bisogno di essere un tecnico nazionale per sottolineare l’incompetenza di chi mostra l’imprudenza e la temerarietà di affermare che un campo in Play-it (in quanto “velocissimo” peraltro…) sia ai limiti della regolartà.
      Che sia una scicchezza planetaria, lo capisce anche l’autista del pullmino che accomagna i bimbi di una scuola elementare per fare l’ora di ginnastica sui campi da tennis per provare questo sport.

      • fabio scrive:

        Caro sig. Mario Monti che il campo in play-it di Piombino sia un campo più che regolare non abbiamo alcun dubbio (e in questo senso le precisazioni del sig. Catalucci sono pertinenti e corrette), ma che addirittura lei parli, a proposito di chi ha osato criticare un campo da tennis, di imprudenza e temerarietà e affermi che è una sciocchezza planetaria, che puo capirla anche l’autista del pulmino che accompagna i bimbi di una scuola elementare – come se gli autisti dei pulimini fossero dei minus habens – mi pare un po’ esagerato, fuori luogo e poco elegante, almeno verso gli autisti dei pulmini.
        A mio parere, specie con i tempi che corrono, gli imprudenti, i temerari e coloro che dicono sciocchezze planetarie sono altri e, purtroppo, per cose ben più importanti.
        Peraltro dal commento di Marco mi pare che gli unici che non si sono lamentati sono i Vs. avversari di Montevarchi che hanno dimostrato, almeno in questo post, grande sportività.
        Saluti e buon tennis a tutti
        Fabio

        • Mario Monti scrive:

          Sig. Fabio,
          temo Lei non abbia minimamente colto la punta d’ironia con cui il mio intervento voleva condividere, appoggiare e rafforzare il giusto intervento del Tecnico Catalucci.

          Ne era assolutamente intenzione disprezzare la categoria degli autisti.
          Il sillogismo intendeva rappresentare una categoria che, a differenza di un Tecnico Nazionale, ha presumibilmente occasione assai marginale e saltuaria per frequentare un campo in Play-it e, ciò nonostante, è perfettamente in grado di accorgersi anch’essa che la regolarità di tali campi non può essere in discussione.

          Era solo un paradosso, tanto per intendersi!
          Niente contro gli autisti che, anzi, accmpagnano spesso i bambini dove altrimenti non potrebbero andare!

          • Nedo scrive:

            Pur apprezzando il sillogismo Aristotelico, rimane il fatto, incontestabile, che in seguito ad un banalissimo pronostico, pur espresso in maniera diretta, è stato dato dell’incompetente, sciocco, imprudente e via dicendo. Ringrazio il signori Fabio e Marco,per aver colto nella giusta misura il mio commento. Poi se un Tecnico Nazionale e un ex primo Ministro,la pensano diversamente, avranno ragione loro….Naturalmente quest’ultima è una boutade.

  7. Marco scrive:

    Salutiamo gli amici di Piombino e a parte la distanza siamo contentissimi di giocare da voi domenica e che anche noi giochiamo sempre sul veloce a Montevarchi percio’ che vinca
    il migliore e lo sport in generale! Saluti anche a Nedo per la fiducia nei nostri confronti. Se sei di zona ti aspettiamo a Piombino domenica.

  8. Mike scrive:

    Caro nedo guarda che i costieri come dici te per arrivare in finale hanno vinto anche in trasferta sulla terra rossa comunque se la tua squadra e’ cosi forte non avra’ problemi a vincere sul regolare campo in play it .Ci vediamo sabato

    • Mike scrive:

      Domenica scusa

  9. Nedo scrive:

    Se la finale non si giocasse a Piombino, raccoglierebbero pochi games contro Montevarchi. L’unica speranza per i costieri,è il campo velocissimo, ai limiti della regolarita’

    • Luca scrive:

      Caro Nedo non capisco il fatto che tu ti meravigli se, un primo ministro, un autista di pulmino, un tecnico nazionale o più semplicemente un comune giocatore di tennis, ti diano dell’incompetente a seguito di aver messo in dubbio la regolarità del campo di piombino.
      Come ci ha informato Catalucci, è lo stesso tappeto sul quale ha giocato John McEnroe a Modena, nel senso che il campo di Modena è stato smontato e rimontato a Piombino subito dopo il torneo. Quindi dichiararlo al limite della regolarità mi sembra veramente fuori luogo.
      Ma forse quello che più infastidisce è il senso di “disprezzo” che trapela dal tuo commento nei confronti della squadra piombinese che si merita di essere in finale allo stesso modo del Montevarchi dopo aver vinto contro altre squadre e su altre superfici, così come ha ricordato Michele.
      Comunque rimane il fatto che se il Montevarchi dovesse perdere può sempre dare la colpa al campo, d’altronde è risaputo che molti tennisti quando perdono hanno la tendenza a trovare scuse, anche se mettere le mani avanti alla vigilia di una finale non vi fa onore.
      Buon tennis a tutti e che vinca il migliore a prescindere dal campo

      • Nedo scrive:

        Forse non è chiara una cosa: non sono di Montevarchi e neanche li conosco. Ho fatto solo una considerazione, semplicissima. Se poi è difficile da capire, pazienza. Ma di solito, chi si accalora così tanto….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *