Retromarcia FIT sulle classifiche: a causa di un (vero o presunto) errore nella tabella di calcolo, tutto torna come prima!

Retromarcia FITUn mese. Tanto è trascorso dal cambiamento epocale che aveva deciso la Fit riguardo il Metodo di calcolo delle Classifiche Nazionali: abolizione del capitale di partenza e altre varie integrazioni. Subito avevamo analizzato il fatto con un articolo di approfondimento che aveva destato scalpore e infranto ogni nostro record di condivisioni e visualizzazioni sui canali social. Che l’acceso dibattito scaturitosi potesse portare a delle conseguenze era pronosticabile, seppur di difficile attuazione. Con un colpo di scena ancora più clamoroso, però, oggi c’è stata la marcia indietro da parte della Federazione: a causa di una tabella errata era stato travisato il senso dell’abolizione del capitale di partenza.
In cosa consiste il nuovo Metodo? Praticamente è tutto rimasto invariato a come era un anno fa. Se si conta infatti quanti punti servono a un giocatore di buona classifica (Terza e Seconda medi) per salvarsi scopriamo che sono gli stessi dell’anno scorso al netto del capitale di partenza più una aggiunta, generalmente, di una trentina di punti che vengono colmati dall’aumento del numero di partite da considerare ai fini del calcolo della classifica. Esempio: se prima un 3.3 doveva fare 371 punti per mantenere la classifica (211 sul campo + 160 di capitale) adesso necessita di 241 punti sul campo ma invece delle migliori 7 vittorie conterà le prime 8. Molto spesso lo stesso principio (punti da fare sul campo come indica il Metodo 2016 + una trentina di punti) vale anche per le promozioni. Tutto come un tempo, quindi, se si considera che la media punti/partita da fare è sempre la stessa o in molti casi è addirittura diminuita. Ciò, ovviamente, va ulteriormente a vantaggio di chi ha la possibilità di giocare di più e può sfruttare questo regolamento. Oltretutto, diminuendo il numero totale dei punti da conquistare, psicologicamente la vetta da scalare sembrerà di minore entità spingendo i giocatori a giocare ancor più tornei.
La cosa che desta più scalpore, comunque, è il ritardo notevole con cui la Fit ha comunicato di essersi sbagliata. Forse le è giunta voce delle numerose proteste dei suoi tesserati? Se era così semplice correggere la tabella sbagliata come mai se ne sono accorti e l’hanno cambiata con un mese di ritardo e non il giorno dopo? Giustamente la comunicazione della Fit ha segnalato l’inutilità del capitale di partenza ma da povero giocatore mi chiedo: è tanto difficile avere un metodo di calcolo preciso e puntuale dal giorno di inizio della stagione agonistica (1 Novembre)? Penso che con maggiore chiarezza, decisioni oculate e spiegazioni fruibili a tutti ne gioverebbe tutto il movimento nazionale. E senza dover incorrere in manifestazioni di malcontento e successive rettifiche.

GP

NUOVA TABELLA PUNTEGGI PROMOZIONI/RETROCESSIONI

Condividi su:
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Technorati
  • RSS

5 risposte a Retromarcia FIT sulle classifiche: a causa di un (vero o presunto) errore nella tabella di calcolo, tutto torna come prima!

  1. Fabio scrive:

    Sbagliare è umano, ma perserverare è diabolico.
    Solo gli ottusi dichiarano di non sbagliarsi mai, le persone (e gli enti) intelligenti prendono atto delle proteste dei propri associati e agiscono di conseguenza.
    Complimenti alla FIT.
    Fabio

  2. Andy scrive:

    Condivido in pieno quanto detto da Machiavelli.

  3. Machiavelli scrive:

    Fatte le dovute simulazioni hanno scoperto di aver alzato troppo la posta. I giocatori demotivati avrebbero giocato meno tornei e non più tornei come si sarebbe voluto. Ecco il cambio di rotta con l’improbabile tabella sbagliata. La ricerca di un giusto metodo di assegnazione della classifica è un aspetto secondario.

  4. tennista75 scrive:

    Che dire…una barzelletta!!!speriamo nn ci siamo altri cambiamenti tra un mese…

  5. Manlio scrive:

    Solita barzelletta Fit, regolamenti ridicoli, cambio regole in corsa, aumento vergognoso della quota iscrizione tornei…di tutto di più finalizzato a spillare soldi, visto che c’è chi continua a pagare. E il prossimo anno di nuovo tutti fenomeni, 3.1, 2.8, 2.7..siamo tutti Federer.

    :-)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>