Serie A Tennis Live: a Palermo la rimonta non avviene, il Tc Sinalunga è retrocesso in Serie A2

Le speranze del Tc Sinalunga nella decisiva trasferta di Palermo durano lo spazio di tre singolari, e poi svaniscono: i tre successi dei siciliani decidono immediatamente la sfida e condannano la compagine chianina alla retrocessione nel campionato di Serie A2 per il 2018.
Le premesse con cui partiva il match di ritorno dei play-out erano tutte a favore dei siciliani, vuoi per il punteggio nella gara di andata (4-2 per Palermo) che costringeva Sinalunga ad un’impresa per salvarsi, vuoi per la forza avversaria, già emersa ampiamente sette giorni fa in Toscana. Per avere qualche chance di ribaltare il risultato di svantaggio serviva partire bene nei primi due singolari, e così non è stato. Gli incontri sulla carta più sfavorevoli per Sinalunga hanno confermato i pronostici che vedevano ampiamente favoriti Claudio Fortuna e Alessandro Trapani contro i pur bravi vivaisti Giovanni Galuppo e Alessandro La Cognata: due partite a specchio, terminate con identico punteggio (63 75), condite da qualche rammarico per alcune occasioni non sfruttate nel secondo set dai tennisti senesi.
L’assenza del forte slovacco Jozef Kovalic, numero 168 al mondo, impossibilitato a raggiungere la Sicilia in tempo per l’anticipo stabilito dalla Federazione, ha di fatto chiuso la porta in faccia a Sinalunga. Il punto decisivo a favore di Palermo è arrivato grazie a Salvatore Caruso, mentre Omar Giacalone ha completato il poker di successi in singolare battendo Christian Perinti.

Ct Palermo – Tc Sinalunga 4-2
Claudio Fortuna (P) b. Giovanni Galuppo (S) 63 75
Andrea Trapani (P) b. Alessandro La Cognata (S) 63 75
Omar Giacalone (P) b. Christian Perinti (S) 63 62
Salvatore Caruso (P) b. Pietro Licciardi (S) 62 76
Licciardi/La Cognata (S) b. Trapani/Latona (P) 20 rit.
Perinti/Galuppo (S) b. Morello/Gjomarkaj (P) 10 rit.

Condividi su:
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Technorati
  • RSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *