Serie A Tennis Live: Tc Sinalunga, pareggio-show sull’insidioso rapido del Ct Reggio Emilia grazie al trascinatore Giovanni Galuppo!

Com’era prevedibile, la trasferta di Reggio Emilia rappresenta una trappola piena di difficoltà per il Tc Sinalunga, impegnato in Emilia Romagna per la quarta giornata del campionato di Serie A2 maschile. Alla termine di sette ore di tennis e spettacolo, il pareggio scaturito è un ottimo risultato, perché sui rapidissimi tappeti emiliani in pochissimi sono riusciti a uscire indenni.
I quattro singolari sono quattro battaglie estreme, concluse tutte al terzo set: l’esito sarebbe potuto essere diverso a favore dell’una o dell’altra squadra, e alla fine il 2-2 è il parziale più giusto. Il brasiliano Bruno Sant’Anna e il giovane Matteo Gigante sono autori di due bellissime prestazioni contro due avversari come Andrea Guerrieri e Leonardo Baldi che sul rapido rendono molto più del loro ranking, ma alla fine sono usciti sconfitti. Destino avverso per Giovanni Galuppo e Marco Miceli, i quali devono soffrire punto su punto ma riescono a portare a casa la disputa: da applausi soprattutto la domenica del maestro Galuppo, che dopo aver superato Corrado Tocci Degli Incerti, ex enfant prodige e nazionale azzurro in età giovanile, fa il bis in doppio assieme a Matteo Gigante. Peccato per l’altro doppio perso da Miceli/Sant’Anna, che regala al Ct Reggio Emilia il punto del definitivo 3-3, ma va bene così: il Tc Sinalunga torna sugli amati campi in terra rossa di casa con mille certezze, con una comprovata solidità in tutti i suoi reparti e senza aver ancora mai schierato Jozef Kovalik e Yannick Mertens, i due stranieri più forti della rosa…

Ct Reggio Emilia – Tc Sinalunga 3-3
Andrea Guerrieri (R) b. Bruno Sant’Anna (S) 57 62 76
Giovanni Galuppo (S) b. Leonardo Tocci Degli Incerti (R) 76 16 75
Leonardo Baldi (R) b. Matteo Gigante (S) 67 75 61
Marco Miceli (S) b. Jacopo Marchegiani (R) 75 46 62
Guerrieri/Degli Incerti (R) b. Miceli/Sant’Anna (S) 61 76
Galuppo/Gigante (S) b. Beghi/Baldi (R) 76 64 

 

Condividi su:
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Technorati
  • RSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *