Serie D1 maschile: Ct Giotto, Cus Pisa e Ct Pontedera occupano le ultime caselle play-off. Uno strepitoso Tc Prato chiude il girone con un rotondo 5 su 5…

Domenica 24 Maggio si è disputata la quinta e ultima giornata del Campionato di Serie D1 maschile. Quest’anno saranno 24 le squadre al via, suddivise in quattro gironi da sei: le prime tre classificate di ogni girone daranno vita a un tabellone a eliminazione diretta a dodici, dove le semifinaliste conquisteranno la promozione nel campionato di Serie C del 2016. Le ultime due classificate di ogni raggruppamento retrocederanno in Serie D2.
Di seguito tutti i risultati e le cronache dai campi del fine settimana.

Le favorite di Grantennis Toscana
1a fascia: At San Quirichino
2a fascia: DLF Livorno, Cus Pisa, Asd Carraia
3a fascia: Tc Quarrata, Tc Prato 

GIRONE 1: I giochi in ottica promozione erano quasi del tutto segnati ad una giornata dal termine, con le corazzate At San Quirichino e Tc Quarrata sicuri del passaggio del turno. L’ultimo turno non ha cambiato niente, visto che entrambe le capo-classifica hanno vinto, San Quirichino sul campo del Ct Empoli, mantenendo il primo posto nel girone, e il Tc Quarrata su quello del Tc Seven Cortona, che retrocede in Serie D2. La discesa in campo di Marcel Ziemmermann, tedesco ex 299 delle classifiche mondiali appena quattro anni fa, spiana la strada a un altro facile successo di San Quirichino nella spedizione empolese: l’ex fortissimo “pro” non lascia scampo al pur bravo 3.5 Valerio Grispi, così come Pietro Secci e Duccio Pellegrini, autori di due “cappotti” contro Giani e Nucci, mentre l’unico momento di equilibrio è il primo set tra Andrea Bianucci e Andrea Lolli (75 60). Il Ct Paolo Ciampi difende molto bene il terzo e ultimo posto play-off battendo per 4-2 l’As Fiesole Tennis: al punto del maestro fiesolano Gentile rispondono Allagosta, Gabbrielli e Magnini, realizzando i tre punti necessari per la matematica qualificazione.

GIRONE 2: Mentre l’Asd Carraia dei fratelli Virgili è già sicuro del primo posto e lascia un punto per strada contro la Polisportiva Curiel Pontassieve, la sfida tra Ct Giotto Arezzo e Ct Firenze è uno scontro diretto per decidere la seconda classificata (anche se entrambe erano già certe dei play-off), dove gli aretini avevano il vantaggio di avere a disposizione due risultati su tre, oltre al fattore campo amico. Alla fine Martinelli e compagni ce l’hanno fatta, ma con estrema fatica, soffrendo fino all’ultimo doppio. I singolari si sono chiusi sul punteggio di 2-2: il maestro Giovanni Del Panta con il suo gioco di altri tempi manda in confusione il bombardiere Grazi, esattamente come Tito Alderighi fa con il giovane Valenti, ma il Giotto risponde con la solidità di Vittorio Martinelli e Fabrizio Cavallini. A questo punto il Ct Firenze tenta di mischiare un po’ le carte, ma il doppio colpo non riesce, e il successo decisivo a favore degli aretini è quello di Grazi/Cecchi contro Del Panta/Fanfani.
La vittoria per 4-2 del Ct Chiusi sul campo delle Bagnese condanna il Tc San Giusto alla retrocessione. 

GIRONE 3: Il DLF Livorno espugna anche il sempre ostico campo del Tc Porto Azzurro e chiude il girone in testa, a quota nove punti in virtù di quattro vittorie e un pareggio, ma soprattutto con la prospettiva di potersela giocare fino in fondo per il titolo regionale. Il secondo posto play-off è occupato dal Cus Pisa, a cui bastava un punto ma va oltre vincendo per 4-2 sul campo del Ct Orbetello. Lo spettacolo è soprattutto ai singolari numero 2 e 4, dove Vieri Angelucci e Giordano Ferrigato da una parte, Paolo Pellegrino e Riccardo Falini dall’altra non si risparmiano minimamente e giungono alle fasi decisive del terzo set, dove alla fine arriva una vittoria per squadra grazie al guizzo del talentuosissimo fiorentino Angelucci e del maestro di casa Falini: negli altri due singoli invece non c’è storia con le facili affermazioni del 2.3 Lorenzo Papasidero su Papini e di Alberto Cinelli su Fusini. Il CUS Pisa chiude i conti con il doppio forte Angelucci/Papasidero.
In coda non riesce il miracolo salvezza al Tc Santa Croce, che sprofonda in casa contro il Ct Certosa Calci: per la compagine calcesana i punti sono di Andrea Massariello, Raffaele Taccola, Antonio Sgambelluri e Lorenzo Carboni. Grazie a questo successo, il Ct Certosa supera in classifica al terzo posto il Ct Porto Azzurro e aggancia all’ultimo il treno play-off.

GIRONE 4: Il Tc Prato vince il girone con enorme autorevolezza, nonostante la giovanissima età dei suoi componenti: prima fa suo il recupero di domenica scorsa sul campo del Tc Punto Marina di Massa, poi ottiene la quinta vittoria di fila sul tartan di un At Montalese ormai quasi rassegnato alla retrocessione. La resa dei pistoiesi è nella sconfitta del numero 1 Samuele Spampani, non in buone condizioni fisiche, contro il 2.8 Simone Trovato, ma la compagine laniera si accaparra tutti e quattro i singolari, soffrendo per tre set solo con Lapo De Marzi contro Ciofi e non lasciando margini invece nei match di Filippo Miliani e Andrea Chiocchini contro Marchese e Moschini.
Uno strepitoso Ct Pontedera, a cui basterebbe un solo punto per coronare con i play-off un ottimo cammino, va addirittura oltre espugnando il campo del Country Club Ugolino. Per i fiorentini arriva la quinta vittoria di fila al numero 1 del “falsissimo” 3.1 Niccolò Adami contro Prosperi, ma il resto del programma parla esclusivamente pisano con i successi di Marco Gambini, Stefano Gianfaldoni e Daniele Toni e il doppio Leoncini/Gianfaldoni a coronare una bella vittoria esterna e il proseguimento della corsa ai play-off.

Squadre qualificate ai play-off regionali: At San Quirichino, Tc Quarrata, Ct Paolo Ciampi, Asd Carraia, Ct Giotto Arezzo, Ct Firenze, DLF Livorno, CUS Pisa, Ct Certosa Calci, Tc Prato, Ct Pontedera

Squadre retrocesse in Serie D2: Tc Seven Cortona, Tc San Giusto Le Bagnese, Tc Santa Croce, At Montalese

Condividi su:
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Technorati
  • RSS

23 risposte a Serie D1 maschile: Ct Giotto, Cus Pisa e Ct Pontedera occupano le ultime caselle play-off. Uno strepitoso Tc Prato chiude il girone con un rotondo 5 su 5…

  1. Fabrizio scrive:

    Rispondo a Riccardo…la mia non era polemica…era soltanto un complimento…visto che avete pareggiato con una squadra composta da un 2.1 690 del mondo,un 2.4,un 2.8…quindi ribadisco bravi…che altro posso dire…

  2. riccardo scrive:

    rispondo a Fabrizio:noi non possiamo permetterci di pagare nè Fognini nè altri come avviene in tanti circoli che pagano giocatori, fanno squadra un anno o due e poi arrivederci, bei bilanci umani e costruttivi per i circoli….comunqe per tua soddisfazione e, forse di qualcun altro, ecco i parziali:
    Virgili Adelchi- Santoni Daniele 6/2-6/1
    Calamai Filippo – Bottegal Christian 6/7-4/6
    Polo Lorenzo – Trafeli Gabriele 1/6-1/6
    Palandri Alessandro – Ridi Tommaso 2/6-0/6
    I doppi vinti da Carraia. Questo per fugarti ogni dubbio se ne avevi…….

  3. Fabrizio scrive:

    Vi siete dimenticati nel girone 2 chiusi batte san giusto le bagnese 4 a 2…e complimenti a pol curiel per il miracolo…del pareggio con Carraia…bravi..forse schieravano Fognini???a no e’ vero era a Parigi…

  4. Giovannino scrive:

    Devo correggere la redazione di grantennistoscana, passano le prima tre classificate dei 4 gironi della D1.

  5. Osservatore scrive:

    Scusate ma nel girone 4
    Tc Prato e sporting club ugolino cosa hanno fatto

    • monello scrive:

      …ti rispondo io: ha vinto il TC Prato per 42…
      Gli amici di grantennis ultimamente arrivano dopo la banda!!

      • Redazione Grantennis Toscana scrive:

        Bella questa…la domenica sera c’era il 90% dei risultati…

        • monello scrive:

          vi si segue, siete veramente simpatici (sinceramente), ma i tempi sono biblici..!
          E oggettivo.
          Ciononostante vi si segue…

          • Redazione Grantennis Toscana scrive:

            Vai sul sito della Fit…li troverai tutto live…

  6. riccardo scrive:

    se con un 2.8 ed un 3.1 si può saltare la d3 giocando direttamente la d2,come mai le squadre con giocatori superiori di gran lunga non possono chiedere d’ufficio le categorie superiori? mi spiegate?
    grazie

  7. antonio scrive:

    vergogna i 2.1 in d1 i 2.3 in d2 i 2.8 in d3.. o si creano anche la d8 per le persone normali o noi comuni 3/4 3/5 ci divertiamo poco.. FIT RIDICOLA regolamenti ridicoli..
    NEL CALCIO baggio e battistuta non giocano in prima categoria!!

    • Jimmy scrive:

      Se li pagano giocano anche nel porta romana ,si chiama professionismo

      • antonio scrive:

        no professionismo vuol dire giocare co gente del tu stesso livello infatti! professionisti no dilettanti!! quello che dici te si kiama TI PIACE VINCERE FACILE senza sudare

  8. Marco ferrari scrive:

    Non basta prendere zimmermann per vincere…

  9. fabrizio scrive:

    Che cosa vuol dire??Che un 2.1 deve giocare la d1??Ma non scherziamo..per dimostrare quello che vale ha tantissimi tornei di singolare a disposizione…

  10. Jimmy scrive:

    Ancora con questa storia del”giocare dove il talento meriterebbe” i regolamenti sono questi ,per arrivare a giocare nella propria categoria bisogna incominciare a giocare dal basso…..

    • galimba scrive:

      Scusa Jimmy non mi vorrai dire che Adelchi Virgili 2.1 617 nel mondo della classifica Atp quello che ha battuto Nedoviesov, Gombos, Taro Daniel, Naso, Machado e che ha vinto un set 61 con Victor Troicky uno 64 con Potito Starace deve “incominciare a giocare dal basso” ovvero la D1 per arrivare a giocare dove il suo talento meriterebbe? Ci è già arrivato a giocare dove il suo talento meriterebbe è che non deve giocare a questi di livelli non tanto per lui ma per i suoi avversari che meritano la possibilità di competere e non di fare i semplici figuranti!!!

    • Manlio scrive:

      Scusa Jimmy, chi li fa i regolamenti? Ovviamente i circoli che hanno un pò di soldini da spendere e vogliono vincere facile. Se una categoria si chiama D1, anche se ho i soldi, non faccio fare il doppio ai gemelli Bryan; si limita la categoria a giocatori di quel livello.

      • Jimmy scrive:

        Ti sbagli i circoli con un ‘po di soldini farebbero a meno di buttare via annate intere per passare di categoria ma purtroppo le regole non le fanno i circoli

  11. galimba scrive:

    Scusate ma vorrei sapere se qualcuno di voi è a conoscenza delle condizioni fisiche di Adelchi Virgili. Perchè si parla di ennesimo infortunio alla schiena e per questo non sta giocando a livello futures e challenger. Poi lo vedo giocare la D1!!!! Capisco che ci può giocare anche con la schiena rotta, bendato e zoppicando e capisco pure che è il suo circolo ma ragazzi Adelchi a questi livelli non si può vedere. Anche per chi ci mette l’anima e la passione e gli tocca giocare contro sapendo di prendere dei 60 a nastro! Spero vivamente che possa stare bene e che possa giocare dove il suo talento meriterebbe!

    • rickybull scrive:

      quoto in toto speriamo solo sia stata una prova per testare la condizione fisica, se qualcuno della redazione ci desse notizie sulle sue condizioni ci farebbe piacere grazie.

    • Manlio scrive:

      Posso dare la mia testimonianza visto che ho “giocato” contro di lui proprio ieri. Mi ha appunto detto che non sta giocando i tornei che gli competono perchè deve risolvere l’ennesimo problema alla schiena che gli può permettere di tirare due palle ma non ovviamente di sostenere un torneo pro.
      Si spera che nei prossimi mesi possa riprendere a giocare al suo livello.
      A proposito di regolamenti, anche se i ridicoli regolamenti della Federazione permettono queste cose, basterebbe che i circoli partecipanti alle competizioni facessero un “gentlemen’s agreement” per limitare le competizioni ai “normali” livelli di partecipazione. Poichè siamo in Italia, dubito fortemente che si possa fare, sarebbe troppo semplice.

      • galimba scrive:

        Grazie Manlio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *