Wimbledon: Paolo Lorenzi ottiene il suo battesimo anche a Church Road, ma dopo il successo su Zeballos il ko contro Jared Donaldson lascia qualche rimpianto

Paolo Lorenzi supera il primo turno a WimbledonPaolo Lorenzi sfata anche il tabù Wimbledon, l’unico torneo del Grand Slam dove ancora non aveva mai vinto un incontro nel tabellone principale: l’ennesimo record della sua incredibile carriera è infranto grazie alla vittoria maratona, in quattro set durati due giorni, contro Horacio Zeballos, numero 52 al mondo, superato in tre ore e trentasette minuti con il punteggio di 76 46 76 75. L’incontro era stato sospeso per oscurità sul punteggio di 2-2 al quarto set: il giorno successivo è ricominciato nel peggiore dei modi per Paolo, subito brekkato nel game di esordio, ma il senese non si è perso d’animo e ha recuperato lo svantaggio evitando un pericoloso quinto set.
Peccato per la sconfitta nel turno successivo contro lo statunitense Jared Donaldson, numero 67 al mondo. Nonostante la buona prestazione del senese il 64 76 67 62 a favore dello yankee lascia qualche rimpianto per come si è sviluppato il match: dopo i primi due set molto tirati in cui Paolo ha avuto parecchie occasioni non sfruttate, nel terzo l’avversario ha accusato palesi problemi fisici. Tuttavia nonostante questo e il tie-break vinto, nel quarto set Lorenzi si è visto subito sfilare e non è riuscito a portare la disputa al quinto e decisivo parziale.

Condividi su:
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Technorati
  • RSS

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>