Contro Crema serve una vittoria: è l’ultima chiamata per il Tc Sinalunga!

Domenica 19 luglio (inizio ore 15.00) serve un unico risultato al Tc Sinalunga nella sfida interna contro il pericoloso Ct Crema: la vittoria. Qualsiasi altro score finale rischierebbe di inguaiare i ragazzi capitanati da Diego Alvarez e Giovanni Galuppo, che alla vigilia dell’ultima giornata della fase a gironi di questo mini-campionato, dalla formula ristretta a causa dell’emergenza covid-19, hanno un solo punto in classifica e non possono più sbagliare.
La sconfitta sul campo del Tc Genova 1893 ha reso difficile il cammino della compagine chianina: tuttavia, se le speranze di acciuffare il primo posto del girone (unico viatico per i play-off scudetto) sono ridotte al lumicino, per evitare guai peggiori c’è ancora tempo. Con il secondo posto in classifica, obiettivo non impossibile in caso di successo con Crema, per Sinalunga arriverebbe la salvezza garantita, ma anche un eventuale terzo posto sarebbe assai preferibile rispetto al quarto in ottica della sfida di andata e ritorno dei play-out. Al di là degli ipotetici scenari di classifica, Luca Vanni e compagni sono chiamati al primo successo stagionale. Dall’altra parte della rete Crema sarà un avversario da prendere con le molle. Basti vedere l’impresa che i lombardi sono riusciti a compiere sette giorni fa contro il Tennis Comunali Vicenza forte di due top-100 (Fabbiano e Cecchinato) in campo: il kazako Andrej Golubev, ex numero 33 del mondo, è tennista di classe sopraffina sia in singolare che in doppio, e la presenza in rosa di Paolo Lorenzi, fino a questo momento mai utilizzato, non fa dormire sonni tranquilli.
Dalla sua il Tc Sinalunga cercherà di riacquistare energie fisiche e mentali in vista di questo incrocio decisivo e di recuperare Matteo Gigante, elemento imprescindibile, dall’infortunio alla mano destra che lo ha palesemente penalizzato a Genova.

0 Commenti

Invia un commento

La tua email non sarà pubblicata