Decreto maggio 2020: confermata indennità di 600 euro per i collaboratori sportivi. Sport e Salute ha presentato al Parlamento proposte a favore delle associazioni sportive

Stanno iniziando a trapelare i dettagli della bozza del Decreto Maggio 2020, il decreto governativo che sancirà ulteriori misure economiche di sostegno a tutte le persone colpite dall’emergenza Covid-19. E’ stato confermato quanto pareva già certo: ai soggetti già beneficiari per il mese di marzo dell’indennità di 600 euro sarà erogata anche per il mese di aprile 2020, dunque anche ai collaboratori sportivi. Non sono state ancora specificate le modalità, nei giorni scorsi il ministro Gualtieri ha parlato di un’erogazione automatica del contributo (chi ha già ottenuto l’indennità a marzo con un semplice click, senza presentare ulteriore documentazione, la ottiene anche ad aprile), il che snellirebbe moltissimo le procedure e le tempistiche, ma per il momento non ci sono conferme in tal senso.
Un’altra novità importante sul piano economico riguarda le proposte che Sport e Salute SPA ha sottoposto al Parlamento in vista della conversione in legge del decreto-legge n. 23 del 2020, recante misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici. Lo scopo è di aiutare le tante associazioni sportive, tra cui i circoli tennis, colpite pesantemente da questa crisi sanitaria ed economica: queste sono le principali proposte effettuate, che speriamo possano essere accolte dal Parlamento.

– Sospensione del versamento dei canoni di locazione e concessori relativi all’affidamento di impianti sportivi pubblici dello stato e degli enti territoriali estesa temporalmente a tutto il 31 dicembre 2020.
– Possibile revisione dei rapporti concessori che i soggetti del mondo sportivo hanno in essere con le pubbliche amministrazioni, sia attraverso il semplice prolungamento della durata della concessione, sia rinegoziando i termini del rapporto, con particolare riguardo ai soggetti che abbiano investito negli impianti e nella loro manutenzione.
Emissione di un voucher corrispondente al periodo di chiusura per i soci che hanno pagato una quota di iscrizione o quota associativa e non hanno potuto svolgere attività sportiva
– Costituzione di un fondo per le associazioni e le società sportive dilettantistiche sul modello di quanto previsto per i collaboratori sportivi
Microcredito sportivo fino a 40.000 euro
– Investimenti nelle palestre e nelle strutture sportive scolastiche

4 Commenti
  1. Ciro

    Salve, sono un maestro di tennis, purtroppo non sono riuscito a registrarmi per il bonus di 600€ per il mese di marzo. Sonon riuscito solo ad avere il codice univoco che è il : IPEVOTQF. avevo 7 giorni di tempo per registrarmi ma (il diavolo ha messo le corna), mi si è rotto il computer.
    Per favore , mi può dire se riesco a registrarmi per accedere al bonus per il mese di aprile?
    Un saluto e buon lavoro

    10 Maggio 2020 at 17:10 - Rispondi
  2. flavio martinello

    Un collaboratore sportivo di una Associazione Sportiva Dilettantistica, non avendo fatto domanda del bonus 600 euro COVID di Sport e Salute, in quanto avente altro reddito come CONTRATTO A CHIAMATA nel settore termale, ha saputo ieri dall’INPS (dopo due mesi di attesa) di essere stato escluso dal bonus dei 600 euro per il suo contratto a chiamata. Domanda: ha senso che uno sportivo non possa fare domanda a Sport e Salute (che sarebbe stata sicuramente riconosciuta come è avvenuto per i suoi colleghi) per altro reddito quando l’altro reddito non viene riconosciuto dall’INPS?
    Grazie

    17 Maggio 2020 at 8:01 - Rispondi
  3. Mariotti Loretta 28 05 60

    Ma quando arriva il bonifico di aprile grazie

    28 Maggio 2020 at 18:53 - Rispondi
  4. Giovanna

    per il mese dimaggio è possibile fare la domanda psono istruttrice fitness uoto

    1 Giugno 2020 at 15:45 - Rispondi

Invia un commento

La tua email non sarà pubblicata