Follia in Serie D3 a Livorno: uno screzio sul campo si trasforma in rissa, due giocatori del Ct Donoratico finiscono all’ospedale

Siamo giunti a conoscenza oggi di un episodio decisamente sconcertante, accaduto domenica 14 aprile in occasione del match del campionato di D3 maschile del comprensorio Pisa-Livorno tra Libertas Sport Livorno e Ct Donoratico. Quello che sembrava un normale screzio tra giocatori come accade spesso sul rettangolo rosso si è trasformato in una aggressione, che avrebbe potuto avere gravi conseguenze.
Gli animi si sono decisamente scaldati già in campo in occasione di uno dei singolari: da una palla contestata è nata una pesante discussione che si è protratta per tutta la partita. Il clima teso e le polemiche sono proseguite anche negli spogliatoi, dove il tennista del Ct Donoratico protagonista sul campo avrebbe continuato a rivolgere epiteti ingiuriosi contro il circolo livornese. Come conseguenza è scoppiata una colluttazione tra i giocatori ospiti e un socio della Libertas Sport, 57 anni, presente negli spogliatoi: dopo un parapiglia, quest’ultimo ha aggredito, secondo la ricostruzione effettuata dalla Questura, due tennisti del Ct Donoratico con un manubrio da palestra. I due giocatori aggrediti sono stati trasportati con ferite alla testa in ospedale da cui sono stati dimessi con una prognosi di dieci e cinque giorni.
A seguito dell’episodio violento, è intervenuta una volante della Polizia ed è scattata una denuncia per aggressione nei confronti del 57enne livornese. Il giudice sportivo ha “congelato” il punteggio dell’incontro e nei prossimi giorni dovrebbe uscire un comunicato ufficiale con le decisioni disciplinari a carico delle squadre e dei giocatori.

2 Commenti
  1. Pamperos

    Livorno siamo noi!!!!

    23 Aprile 2019 at 20:51 - Rispondi
  2. Alessandro

    si precisa che nessuna discussione e’ avvenuta tra i giocatori ma il giocatore del Ct donoratico ha inveito contro il giudice arbitro per una decisione presa dallo stesso. Inoltre ha provveduto a tenere un comportamento non consono anche dopo la fine della partita. Poi trasferitosi negli spogliatoi ha avuto un comportamento violento verso gli arredi del circolo e ha creato la situazione con un socio che per caso si trovava in quel momento all’ interno degli stessi , che poi per sua sfortuna e’ sfociata in colluttazione
    dove ha avuto la peggio. Comunque disponibili ha fornire ulteriori chiarimenti in merito se interessano.

    23 Aprile 2019 at 20:58 - Rispondi

Invia un commento

La tua email non sarà pubblicata