In Toscana è caos totale! La Regione Toscana corregge l’ordinanza numero 50 e apre gli impianti sportivi, ma i circoli tennis non sanno cosa devono fare…

E’ totalmente paradossale e caotica la situazione che si sta verificando in Toscana per quanto riguarda il tennis. Il 3 maggio la Regione Toscana ha pubblicato l’ordinanza numero 50 che confermava a tutti gli effetti il decreto ministeriale inerente ai centri sportivi e all’attività motoria: ovvero dava la possibilità ai singoli individui di svolgere attività motoria all’aperto, nel rispetto delle distanze interpersonali, ma manteneva il provvedimento di chiusura dei centri sportivi.
Nel frattempo due comuni, Pontedera e Forte dei Marmi, autonomamente hanno emesso delle ordinanze comunali che autorizzavano e regolarizzavano, con le dovute misure di sicurezza, la riapertura di tutti i circoli tennis dei loro territori, cosa che è effettivamente avvenuta: per qualche giorno Pontedera e Forte dei Marmi sono stati gli unici due comuni della Toscana in cui la legge prevedeva la possibilità di giocare a tennis. Qualche giorno fa la Regione Toscana ha pubblicato nuovamente l’ordinanza numero 50, correggendola e aggiungendo una postilla prima inesistente:

E’ consentito svolgere le attività sportive in forma strettamente individuale, sul territorio regionale anche in impianti pubblici o privati all’aperto senza l’utilizzo di spogliatoi o altri spazi chiusi

Questa errata corrige di fatto autorizza tutti i circoli tennis all’apertura! Tuttavia la sua interpretazione è criptica e poco chiara: non si parla espressamente di centri sportivi, ma di impianti, e questo piccolo particolare dà adito a dubbi e incertezze. In ogni caso alcuni circoli della Toscana da oggi hanno regolarmente riaperto a tutti i soci interpretando l’ordinanza regionale in senso permissivo: abbiamo notizia, dalle loro pagine social, della riapertura del Tennis Club Poggibonsi e del Rio Tennis & Padel di Serravalle, ma non escludiamo che altri club si siano mossi in tal senso. Tuttavia siamo venuti a conoscenza anche di circoli tennis che hanno riaperto e sono stati fatti richiudere dopo poche ore dalle autorità comunali e altri ancora che vengono intimati a rimanere chiusi.

Questa situazione è assolutamente paradossale e assurda, ed è una totale mancanza di rispetto per i circoli che stanno vivendo momenti difficilissimi sul piano economico. Non capiamo perchè la Regione Toscana o le autorità preposte non possano esprimersi in maniera NETTA e ci dicano se i circoli tennis possono aprire oppure no!!!

3 Commenti
  1. Fabio

    Buogiorni Alessio, la postilla potrebbe essere interpretata anche nel senso di ricomprendervi i circoli di tennis, ma il problema è un altro.
    Al primo rigo dell’emendato punto 4 si trova scritto, testualmenete : E’ consentito svolgere attività sportive in forma strettamente INDIVIDUALE… e il tennis non lo è sicuramente, visto che minmo si gioca in due e quindi mi pare un terreno molto scivolso…..
    Speriamo nel futuro.

    saluti
    Fabio

    11 Maggio 2020 at 11:17 - Rispondi
  2. Carlo Michelacci

    Buongiorno, ho letto l’ordinanza, ad ogni modo il tennis in quanto tale non può provocare nessun tipo di contagio come tutti gli sport dove non esiste il contatto fisico, dunque tutto questo voler tener chiuso è rivolto al fatto di voler non far aumentare il flusso di persone che andrebbero in giro.

    12 Maggio 2020 at 7:14 - Rispondi
  3. Fabrizio

    Ciao Iorio, ho visto anche la mail protocollata stamani. Allora stamani ho scritto direttamente all’assessore regionale per lo sport la quale ha confermato che per ora il tennis è fermo(salvo atleti fino alla seconda categoria). Poi volevo chiarire la questione “apertura”. Il Comune non dà autorizzazione(come non abbiamo fatto ordinanze di chiusura). A noi al limite potete chiedere un parere o aiuto ad interpretare le norme. Voi siete i gestori e potete, in totale autonomia, decidere di riaprire anche domani. Gli altri comuni hanno dato un parere sbagliato che espone chi gioca e il circolo a sanzioni se non peggio(nel caso ci fosse un positivo covid e risultasse che l’impianto era aperto senza averne i diritti c’è il penale). Quindi per concludere…alla domanda…l’ordinanza regionale dà la possibilità di giocare a tennis? No.
    Ti allego risposta dell’assessore regionale sul tema……. Questo quanto ricevuto al nostro circolo per dire…..

    12 Maggio 2020 at 13:44 - Rispondi

Invia un commento

La tua email non sarà pubblicata