ITF Pontedera – Trofeo Devitalia (25.000 $): da lunedì sette giorni di tennis internazionale da incorniciare con i giovani campioni Lorenzo Musetti e Giulio Zeppieri

Per il sesto anno consecutivo torna dal 22 al 28 luglio il Torneo Future ITF “Città di Pontedera”  Trofeo Devitalia (www.itfpontedera.it): una manifestazione tennistica di altissimo livello che contraddistingue da un lustro l’estate toscana, uno degli appuntamenti cardine della stagione sportiva del Granducato.
TANTE SPERANZE AZZURRE AL VIA – Se quest’anno aleggiava nell’aria qualche dubbio legato alla riforma del Transitory Tour, esso è stato letteralmente dissipato al momento della pubblicazione dell’entry list. L’edizione numero sei degli Internazionali pontederesi vedrà al via alcuni dei giovani più interessanti del panorama mondiale, al punto da poter essere considerata un’autentica vetrina sul futuro del tennis che conta. Il riferimento è principalmente legato a Lorenzo Musetti e Giulio Zeppieri, attualmente primo e secondo giocatore del seeding. Le due pianticelle azzurre sono le grandi speranze del nostro movimento, e nonostante la giovanissima età hanno già maturato esperienze a livello Challenger e ATP. Lorenzo Musetti (numero 375 al mondo), classe 2002, è il numero 1 del pianeta tra gli Under 18, ha vinto in gennaio gli Australian Open juniores ed a Pontedera, due anni or sono, ha colto il primo successo della sua carriera da professionista. E’ in fase di piena maturazione anche il 2001 Giulio Zeppieri da Latina (numero 401 al mondo), il quale appena un mese fa ha compiuto un bellissimo exploit nel Challenger di Parma, giungendo fino alle semifinali. A completare un trittico perfetto già proiettato verso il futuro arriva dalla Danimarca Holger Vitus Nodskov Rune: numero 2 al mondo tra gli under 18 nonostante i due anni di svantaggio rispetto ai suoi coetanei, nel giro di un mese ha vinto gli Internazionali di Santa Croce e il Roland Garros Juniores, guadagnandosi una wild card per Pontedera di cui quasi certamente non avrà bisogno dato il suo ottimo ranking ATP.
Saranno molti altri i tennisti italiani ai nastri di partenza, come Luca Giacomini, Riccardo Balzerani (vincitore lo scorso anno) e Pietro Rondoni. Una citazione particolare la merita Andrea Basso, che sui campi di Via Montevisi ha già trionfato nel 2016 e che in questa stagione ha compiuto l’impresa di vincere le pre-qualificazioni degli Internazionali BNL d’Italia e di conquistare un posto nel main draw del Master 1000 romano
GLI STRANIERI E L’ARMADA ARGENTINA – Come sempre sono i tennisti stranieri a testare il termometro della globalità della manifestazione. Quest’anno saranno nove le nazioni rappresentate, e spicca la presenza di una nutritissima pattuglia argentina, forte di ben sei elementi nel tabellone principale. Ha un “debito morale” nei confronti dell’organizzazione Camilo Ugo Carabelli: lo scorso anno il numero 459 delle classifiche mondiali raggiunse l’atto conclusivo del Trofeo Devitalia ma lasciò il pubblico a bocca asciutta, senza averne colpa, a causa di un infortunio patito sul match point della semifinale. Seguendo le classifiche, lo straniero più forte sarà il serbo Miljian Zekic (403), mentre si collocano tra i primi 500 al mondo anche i russi Alen Avidzba e Kirill Kivattsev.
IL PROGRAMMA – La sesta edizione del Torneo Future ITF “Città di Pontedera”  Trofeo Devitalia prenderà il via ufficialmente lunedì 22 luglio con il tabellone di qualificazione: da martedì 23 spazio ai tabelloni principali di singolare e di doppio sino alla finalissima di domenica 28 luglio. Ogni sera è in programma un incontro di singolare e un ricco calendario di eventi extra-tennistici. Anche quest’anno è confermata la partnership con Devitalia, azienda leader nel settore delle telecomunicazioni, che sarà main sponsor e partner tecnologico della manifestazione, e con il Tennis Club Pisa, che ospiterà diversi incontri. Antipasto gustoso dell’evento sportivo, giovedì 18 luglio alle ore 21.00 si terrà la presentazione ufficiale degli Internazionali in Piazza Cavour a Pontedera.

0 Commenti

Invia un commento

La tua email non sarà pubblicata