Tornei, campionati e classifiche: ecco che cosa potrebbe succedere nel 2021…

Il mondo del tennis sta vivendo settimane piene di sentimenti contrastanti: da un lato le grandissime difficoltà di circoli e insegnanti che hanno visto limitare fortemente la propria attività di base, dall’altra le manifestazioni ufficiali che proseguono regolarmente, anzi hanno assistito ad un netto incremento di partecipanti. Ma che cosa succederà nel 2021? Difficile dirlo adesso, ma vogliamo provare a delineare lo scenario più probabile per quanto riguarda tornei individuali, campionati a squadre e classifiche. Ci basiamo soprattutto sull’esperienza di questi mesi e sulle leggi attualmente in vigore, che ci permettono di comprendere il quadro della prossima stagione. Tutto dipenderà dai numeri dei contagi e dall’andamento della pandemia. Ipotizziamo che i prossimi mesi invernali saranno complicati, e che in primavera-estate ci potrebbe essere un allentamento dei contagi e delle restrizioni: ma, ripetiamo, si tratta soltanto di ipotesi…

TORNEI INDIVIDUALI – Il trend intrapreso dal Governo e dalla Federazione per quanto riguarda i tornei individuali è molto chiaro: tutte le manifestazioni ufficiali agonistiche si possono disputare. Difficile pensare che ci possa essere un cambio di rotta, pertanto è ipotizzabile che il 2021 sarà ricco di tornei individuali, ovviamente organizzati nel massimo rispetto dei protocolli anti-covid. Da parte di chi gioca l’interesse sarà elevato, dal momento che anche in zona rossa e arancione gli spostamenti per disputare manifestazioni individuali agonistiche sono consentiti. Di sicuro non sarà un’annata come tutte le altre e ci saranno diversi “accorgimenti”: i calendari dei tornei molto probabilmente saranno aggiornati ogni due o tre mesi (un calendario annuale, data l’imprevedibilità della situazione sanitaria, è impossibile da stilare), i tornei avranno limitazioni nel numero di partecipanti e nella durata, infine le procedure per l’inserimento nelle liste CONI tra le “manifestazioni di interesse nazionale” farà sì che i circoli dovranno organizzarsi con molti mesi di anticipo.

CAMPIONATI A SQUADRE – Fare previsioni in questo campo è difficile. La volontà della FIT è certamente quella di attivare tutti i campionati, come è stato fatto nel 2020, e molto dipenderà dall’andamento della pandemia. Se in primavera ci dovesse essere un rallentamento dei contagi, i campionati potranno partire. Ad oggi è impossibile dire se si giocherà esclusivamente in estate, come nel 2020, oppure si potrà iniziare prima, o se i campionati si prolungheranno in autunno: sembra logico che la Federazione prenderà più tempo possibile prima di ufficializzare una decisione in un senso o nell’altro.

CLASSIFICHE – Immaginiamo che verranno confermati i criteri di quest’anno, dunque non ci saranno “sconti” per il conto dei punti legati alle classifiche individuali, di promozioni e retrocessioni. Se questo principio è stato seguito nel 2020, sembra scontato che lo sarà anche nel 2021. A meno che la situazione sanitaria non imponga uno stop prolungato delle manifestazioni ufficiali. Ma nessuno si augura che questo scenario possa verificarsi…

2 Commenti
  1. Gastone Cifani

    Vorrei capire bene se quest’anno ,come la logica ci farebbe pensare ,non ci saranno retrocessioni ma soltanto promozioni per chi ha raggiunto i punti occorrenti? Grazie

    11 Dicembre 2020 at 10:55 - Rispondi
    • Francesco

      Ci saranno promozioni e retrocessioni

      15 Dicembre 2020 at 11:56 - Rispondi

Invia un commento

La tua email non sarà pubblicata