Torneo Open “Città di Siena”: finale per il titolo tra Federico Maccari e Gianluca Acquaroli

Un super venerdì denso incontri regala il pass per la finale della prima edizione del Torneo Open maschile “Città di Siena” (montepremi 2.000 €), organizzato dal Circolo Tennis La Racchetta in collaborazione con lo staff di Grantennis Events, a Federico Maccari e Gianluca Acquaroli.
La pioggia caduta giovedì ha fatto slittare il programma di ventiquattro ore, e così il circolo ha dovuto mettere in campo una fitta programmazione, con quarti di finale e semifinali tutte nello stesso giorno, per la gioia del numeroso pubblico che ha affollato le tribune di Piazzetta Don Perucatti già dal mattino. L’entusiasmo dei tifosi di casa ha inondato l’idolo locale Pietro Cortecci, che in mattinata ha superato, grazie ad una prestazione superba, Daniele Bracciali, ex numero 49 al mondo e componente della squadra italiana di Coppa Davis. “Braccio” è partito sciolto ed ha dispensato il pubblico con il solito repertorio di colpi spettacolari. Il maestro di casa è stato bravo a rimanere attaccato al match e a ribaltare un secondo parziale molto complesso: sul punteggio di 36 64 2-2, l’aretino ha dovuto alzare bandiera bianca a causa di un risentimento al polpaccio e della stanchezza accumulata. In semifinale Cortecci è partito bene sfruttando le buone sensazioni della giornata, ma sul 5-1 a proprio favore ha terminato la benzina assistendo alla rimonta di Acquaroli, fino al ritiro del senese nel secondo set.
Nella parte alta del tabellone Federico Maccari ha fatto valere il suo ruolo di favorito superando prima il viterbese Raffaele Censini, poi l’argentino tesserato per il Tc Perugia Tomas Gerini. Partito con il freno a mano tirato, l’amiatino ha via via liberato il braccio mostrando il suo miglior tennis fatto di grande accelerazioni e potenza.
La finale del torneo Open “Città di Siena” tra i due principali favoriti del tabellone è in programma sabato 12 giugno alle ore 16.30, con ingresso libero per il pubblico.

0 Commenti

Invia un commento

La tua email non sarà pubblicata