Ufficiale: riprogrammati i campionati a squadre in Toscana. I principali campionati regionali si giocheranno da fine agosto a novembre, si parte con i giovanili a luglio

Con una nota ufficiale sul proprio sito internet, anche il Comitato Toscano della Federazione Italiana Tennis comunica la riprogrammazione di tutti i campionati a squadre della stagione 2020. La buona notizia per i giocatori e gli appassionati è che sarà salvata l’intera stagione e tutti i tornei verranno riprogrammati, seppur con formule più accorciate. Ecco in sintesi i punti salienti della comunicazione:
– Tutte le iscrizioni precedentemente effettuate e gli eventuali calendari già pubblicati sono da considerarsi non validi. Ogni circolo dovrà effettuare una nuova iscrizione per tutte le sue squadre (in questo modo si permetterà a coloro che non avranno disponibilità di non iscriversi)
– A causa delle nuove tempistiche saranno promosse formule più accorciate, in particolar modo mini-gironi (es a tre o a quattro squadre) con successivi play-off a eliminazione diretta

ECCO LE NUOVE DATE DEI CAMPIONATI A SQUADRE
Serie C/Serie D1/Serie D2/Serie D3: si giocherà da fine agosto a novembre la domenica mattina
Under 12: si giocherà in luglio e agosto il giovedì dalle ore 15.00 e la domenica dalle ore 9.00
Under 14 e under 16: si giocherà in luglio e agosto il mercoledì dalle ore 15.00 e il sabato dalle ore 9.00
Under 10 e under 18: si giocherà da fine agosto a novembre il sabato pomeriggio
Veterani con limiti di classifica: si giocherà luglio e agosto la domenica mattina
Veterani senza limiti di classifica: si giocherà luglio e agosto sabato pomeriggio e domenica mattina

Da una parte è ammirevole che il comitato regionale toscano, così come quelli delle altre regioni, tentino di salvare l’intera stagione con una riprogrammazione audace e molto compressa per i noti limiti di tempo. Rimangono da risolvere diverse problematiche che avranno i circoli in questa difficile fase storica:
La disponibilità di campi uguali. Diversi campionati (es. Serie C e Serie D1) prevedono la disputa degli incontri su due campi di superficie e condizioni identiche (o entrambi indoor o entrambi outdoor). Se questa condizione è facilmente rispettabile in primavera-estate, per alcuni circoli diventerà più complesso in autunno. Circoli piccoli a settembre potrebbero non disporre di due palloni o di due campi in esterna di identica superficie.
I campionati under. La programmazione della fase regionale in luglio e agosto è necessaria per permettere una successiva fase nazionale, ma molto impegnativa per i ragazzi, per le famiglie e per gli insegnanti/accompagnatori. Se le squadre che avranno ambizione di andare avanti nel campionato non avranno particolari problemi a garantire la disponibilità, discorso diverso è per la stragrande maggioranza di squadre i cui ragazzi giocano unicamente per divertimento o passatempo.
La problematica economica. Per quanto riguarda le competizioni di spicco (serie A e B, ma in alcuni casi anche Serie C e Serie D) in alcuni casi i rapporti tra giocatori e circolo sono vincolate da accordi economici. In che modo i circoli potranno rispettare gli accordi intrapresi prima che l’emergenza Covid-19 sparigliasse completamente le carte. L’impressione che quasi tutti i circoli, duramente colpiti dall’emergenza, riusciranno a mantenere gli accordi pregressi e molti giocatori di classifica elevata potrebbero non partecipare ai campionati.

0 Commenti

Invia un commento

La tua email non sarà pubblicata