Gelato fritto, farlo a casa è più semplice di quanto credi: il trucco geniale dei cinesi

Il gelato fritto fa ormai parte anche della tradizione occidentale ma come si prepara? Con questi preziosi consigli non potrete sbagliare.

Tipico della cultura gastronomica cinese, il gelato fritto è un dessert di cui non si hanno fonti certe in merito alla sua origine. Si sostiene addirittura che la sua prima comparsa risalga alla fine dell’800 nelle cucine occidentali, più specificamente alla fiera Colombiana di Chicago nel 1893.

Gelato fritto in casa
Gelato fritto in casa il trucco geniale (grantennistoscana.it)

Indipendentemente dalla ricostruzione storiografica, rimane comunque un pilastro della tradizione orientale. Ma come prepararlo anche a casa? D’altronde si sa che il gelato è sempre un evergreen, anche se più frequente in estate ma nessuno avrebbe coraggio di resistere a una coppa variegata. Al fine però di servirlo in una versione più originale, in stile fusion, per stupire gli ospiti, ecco qualche piccolo segreto per realizzarlo a regola d’arte.

Il gelato fritto dal cuore di ghiaccio

Per contrastare la calura estiva, è irrinunciabile un bel cono gelato, freddo e cremoso che spazza via qualsiasi malumore.

Solitamente è di stagione ma perché rinunciarvi quando si può conservare in freezer una vaschetta all’occorrenza? Infatti, per cullarsi dopo una delusione d’amore o per gli amici, un affogato al cioccolato risolve sempre la situazione, magari accompagnato da qualche ciuffo di panna montata.

Ma per proporre un’alternativa di presentazione, più ricercata ed elaborata nonché altrettanto invitante, la versione fritta vi sorprenderà, soprattutto per la sua preparazione.

Ecco qualche piccolo trucchetto per la ricetta

Un dolce che rappresenta in modo evidente il contrasto caldo-freddo: fuori la panatura croccante e rovente per un cuore super ghiacciato.

Gelato fritto in casa il trucco geniale (grantennistoscana.it)
Gelato fritto (grantennistoscana.it)

Solitamente si predilige il gelato alla crema, come prevede la ricetta originale. Per la frittura, importante che sia veramente molto freddo per questo, dopo aver disposto le palline quante sono le porzioni, è bene conservarle nel congelatore per qualche ora. Un altro elemento essenziale risulta proprio la pastella. Infatti, per un risultato ottimale, al fine di creare un guscio più sottile, se gradito, incorporare la farina, lo zucchero, l’acqua e un uovo, amalgamando e riporre in freezer affinché si addensi.

In alternativa è possibile realizzare un strato sottile di pan di spagna che avvolga così il gelato. Anche in questo caso, il passaggio della solidificazione risulta fondamentale per cui si arrotoli la base oppure un rotolo già farcito e si riponga nel congelatore perché si compatti. In questo modo sarà più facile tagliarlo sottilmente e comporre l’involucro. In sostituzione del morbido pan di spagna si consiglia qualche fetta del pane per i tramezzini, per un gusto più neutro. Infine, si raccomanda l’olio ben caldo per la frittura, il cui scopo è quello di raggiungere una leggera doratura.

Impostazioni privacy