Quanto zucchero c’è davvero in una Coca-Cola? La verità non è quella che pensavate

Bevande zuccherate come la Coca-Cola, se consumate abitualmente, possono essere un serio pericolo per la salute.

Nella nostra alimentazione quotidiana assumiamo due tipi di zuccheri: gli zuccheri naturalmente presenti in alimenti come frutta e verdura e gli zuccheri aggiunti artificialmente durante la produzione o la preparazione di cibi e bevande. Le bibite gassate rappresentano una delle principali fonti di zuccheri aggiunti nella dieta di molte persone.

quanto zucchero c'è in un bicchiere di coca cola
Le bevande gassate sono un grande percolo per la salute umana se consumate in eccesso – grantennistoscana.it

Queste sono spesso allettanti per il loro gusto dolce e rinfrescante, ma dietro quella dolcezza si cela un alto contenuto di zucchero. Il problema nasce dal fatto che queste sostanze dolci non aggiungono alcun valore nutrizionale alle bevande. Anzi, quando vengono consumate in eccesso, possono portare a gravi conseguenze per la salute.

L’impressionante quantità di zucchero nelle lattine

L’Accademia Americana di Nutrizione afferma che zuccheri come fruttosio e glucosio presenti naturalmente nella frutta e in certe verdure offrono carboidrati utili al nostro corpo e danno energia. Quando incorporati in una dieta sana, questi zuccheri possono anche aggiungere consistenza al cibo, bilanciare acidità e dolcezza e, ovviamente, soddisfare la voglia di dolce.

La maggior parte degli zuccheri aggiunti, anche chiamati “dolcificanti ad alta intensità“, invece, non han benefici nutrizionali e comporta numerosi rischi per la salute. Sono associati a condizioni come l’obesità, il diabete di tipo 2, l’infiammazione e le malattie cardiovascolari.

una lattina di coca cola contiene molti zuccheri
Una lattina di Coca Cola può contenere fino all’80% degli zuccheri che una persona dovrebbe assumere in un giorno – grantennistoscana.it

L’Associazione Americana del Cuore (AHA) raccomanda che le donne consumino non più di 6 cucchiaini di zucchero aggiunto al giorno (circa 25 grammi o 100 calorie) e che gli uomini non superino i 9 cucchiaini di zucchero al giorno (circa 38 grammi o 150 calorie). L’AHA consiglia anche che i bambini dai 2 ai 18 anni non superino i 6 cucchiaini al giorno.

Arriviamo quindi agli zuccheri della Coca-Cola: una normale lattina ha un contenuto di 39 grammi di zucchero. Tradotto in quantità reali, stiamo parlando di 10 cucchiaini  di zucchero. Quanto alle calore, sono 140 quelle contenute in una lattina. Questa quantità, quindi, rappresenta più dell’80% dell’assunzione giornaliera di zucchero raccomandata per chi segue una dieta equilibrata.

Quanto zucchero beviamo nelle altre bevande?

La Coca-Cola non è la sola a nascondere queste sorprese. La Fanta, o più in generale la cosiddetta “aranciata” commerciale, contiene generalmente 49 grammi di zucchero, superando persino la Coca-Cola. Sono ben 12 cucchiaini, con un apporto calorico di 199 calorie.

Le bevande sportive, che spesso sono considerate una scelta più salutare, contengono generalmente 20 grammi di zucchero (5 cucchiaini) e 97 calorie. E che dire del tè freddo dolcificato? In media contiene 31 grammi di zuccheri, cioè 8 cucchiaini e 119 calorie. Anche i succhi di frutta contengono generalmente alti livelli di zuccheri.

anche la fanta o il tè contengono molti zuccheri
Molte bevande che consumiamo spesso contengono generalmente alti livelli di zuccheri aggiunti – grantennistoscana.it

Questi dati non devono comunque servire per demonizzare le bevande zuccherate. In certi momenti, bere una di queste bibite potrebbe essere proprio ciò di cui abbiamo bisogno per rinfrescarci o darci energia. Tuttavia, è fondamentale essere consapevoli di ciò che stiamo consumando.

Per rispondere alla crescente consapevolezza da parte dei consumatori, le aziende si sono adattate e hanno cominciato a proporre bibite dietetiche, come la Coca Cola Zero.

Queste varianti di solito contengono dolcificanti artificiali come l’aspartame e non hanno calorie. Se da una parte, quindi, si può fare a meno di preoccuparsi degli zuccheri, dall’altra bisogna considerare che le bibite dietetiche sono fatte da sostanze chimiche che non hanno alcun valore nutrizionale.

Alcune ricerche suggeriscono che bere una bibita dietetica ogni giorno è comunque associato a un rischio aumentato di sviluppare sindrome metabolica e diabete. Come tutte le bibite, quindi, dovrebbero essere consumate con moderazione.

Bere sporadicamente una bibita zuccherata probabilmente non causerà un grosso problema alla salute, sempre che si mantenga una dieta equilibrata e sana. Ma se ci si ritrova a bere frequentemente bibite cariche di zucchero, gli effetti possono essere gravi. In questo caso, ci sono dei piccoli accorgimenti che si possono prendere per ridurre il consumo e gli effetti collaterali di queste birre.

Come ridurre il consumo di bibite

Ad esempio, si può “ingannare” il nostro cervello e utilizzare più ghiaccio. Riempendone il bicchiere, verserai meno bibita e quindi consumerai meno zucchero per porzione. L’importante sarà conservare il resto della lattina per un altro giorno e non finirla tutta in una volta.

Se hai l’abitudine di bere grandi quantità di bibite o altre bevande zuccherate regolarmente, potrebbe essere difficile smettere all’improvviso. Come per tutti gli alimenti che creano una dipendenza, è necessario ridurre gradualmente il consumo, senza porsi degli obiettivi troppo rigidi.

è importante ridurre il consumo di bevande zuccherate
Ridurre il consumo di bevande zuccherate è importante per prevenire l’insorgenza di gravi patologie – grantennistoscana.it

Puoi anche cercare bevande sportive con pochi zuccheri aggiunti. L’importante è ricordare sempre di leggere attentamente le etichette nutrizionali.

Anche i succhi di frutta vanno scelti con cura se si vuole fare attenzione alla quantità di zuccheri giornaliera che si assume. I succhi sono naturalmente dolci, senza dover necessariamente aggiungere zuccheri, ma le case di produzione lo fanno comunque per renderli ancora più dolci e attraenti per il palato. Potrebbe richiedere un po’ di tempo per abituarsi, ma scegliere succhi di frutta e verdura 100% naturali e privi di additivi è una scelta molto più sana. Non si otterrà nessun beneficio nutrizionale da un succo carico di zucchero.

Ovviamente, l’acqua pura è la scelta migliore come bevanda. Bere acqua sufficientemente non solo aiuta a rimanere idratati, ma mantiene il tuo corpo in funzione ottimale. Per rendere più piacevole bere l’acqua si possono provare tisane a caldo o a freddo, che aggiungeranno gusto alla bevanda senza però aggiungere zuccheri o composti chimici.

Impostazioni privacy