Stai invecchiando la tua pelle ogni giorno a causa di queste 10 abitudini tremende ma facili da eliminare

Le nostre abitudini quotidiane, se sbagliate, possono accelerare l’invecchiamento della pelle: quali sono quelle da evitare? Eccone dieci!

Le persone, molto spesso, sottovalutano delle cattive abitudini, che sono dannose per il proprio fisico e anche per la pelle. Nonostante l’invecchiamento epidermico sia una fase naturale ed inevitabile, diverse pratiche che vengono attuate, permettono di accelerare questo fenomeno. Alcune di queste abitudini sono abbastanza conosciute, mentre altre molto meno, infatti, oggi le tratteremo.

abitudini che invecchiano la pelle
Pelle invecchiata: come prevenire il problema – grantennistoscana.it

Fortunatamente, le abitudini si possono cambiare, dunque c’è una soluzione per evitare di accelerare l’invecchiamento epidermico. Tuttavia, essendo un processo naturale, non si può eliminare del tutto il fenomeno, ma solo rallentare, lasciando alla pelle la libertà di seguire il proprio corso. È bene conoscere quali siano gli atteggiamenti che provocano un invecchiamento della pelle velocizzato, per cercare di cambiarli o eliminarli completamente.

Invecchiamento epidermico: quali sono le abitudini che lo accelerano?

Le abitudini che provocano l’invecchiamento epidermico accelerato sono molteplici, partendo da quelle che si attuano nel quotidiano e quelle meno usuali. Perciò, oggi andremo a conoscerne ben 10. Da tenere presente, che sono facili da eliminare, mettendo il giusto impegno e ascoltando il desiderio di mantenere la pelle in salute e giovane.

le abitudini che rovinano la pelle
Invecchiamento della pelle, come prevenirlo – grantennistoscana.it

La prima in assoluto, è un vizio dannoso, non solo per la pelle, ma anche per l’organismo, specialmente i polmoni. Si tratta del fumo. La dottoressa e dermatologa Sonia Mele, del Primus Forlì Medical Center, ha affermato che, quando si ha il vizio di fumare, andando avanti con l’età e con le sigarette, la facilità di sviluppare rughe è più intensa. I segni più comuni sul viso di un fumatore si notano intorno alle labbra e agli occhi, dal colorito disomogeneo, pella pallida e poco elastica. Il fumo rende la pelle meno tonica e più rugosa. Smettere di fumare è sicuramente la soluzione migliore.

Prendere il sole per aumentare l’abbronzatura è un’attività amata da moltissima gente, eppure, l’esposizione ai raggi solari causa un fotoinvecchiamento e l’elastosi solare. Sono condizioni che provocano l’assottigliamento della pelle, perdita di elasticità e tonicità, secchezza e le temute rughe. Per prevenire questo danno, non è necessario evitare di prendere il sole, ma basta proteggersi con la crema solare SPF 50 ed eliminare l’esposizione a lampade solari.

Seguire un regime alimentare scorretto è un fattore che danneggia la pelle. Gli alimenti troppo elaborati la rendono grigiastra e irregolare, mentre seguire una dieta sana ed equilibrata, evitando cibi industriali può aiutare a mantenerla pulita e lucente. Il top sarebbe eliminare gli alimenti troppo calorici, evitare il nero della griglia sulla carne, moderare il consumo di zuccheri, come i dolciumi, e fare attenzione ai grassi idrogenati.

alimenti contro invecchiamento pelle
Frutta e verdura da mangiare in quantità per una pelle sana – grantennistoscana.it

Gli alimenti appena citati accelerano l’invecchiamento cutaneo, rendendo la pelle più vulnerabile. Seguire una dieta, sulla base di questi consigli, senza sentire uno specialista è sbagliato. Tuttavia, si possono avere delle accortezze: aggiungere frutta e verdura, alimenti freschi, privilegiare le carni bianche e il pesce, condire i piatti con spezie e aromi, evitando il sale.

Fare le ore piccole farà apparire la pelle più spenta, accentuando borse e occhiaie. Inoltre, non le si permetterà di rigenerarsi. Le cellule funzionano su un ritmo come quello del sonno e della veglia e, solo durante la notte, avviene la corretta ossigenazione dei tessuti e il ricambio delle cellule. Andare a letto sempre alla stessa ora, concedersi attimi di relax, evitare la caffeina, cibi pensati e l’uso della tecnologia, sono abitudini che aiutano la pelle a stare meglio.

Andare a dormire con il trucco è un’abitudine da togliersi subito. Causa irritazioni, chiude i pori e aumenta il rischio di imperfezioni come punti neri o brufoli. Inoltre, è doveroso imparare a struccarsi bene, scegliendo determinati prodotti in base al tipo di pelle. Un detergente troppo aggressivo può seccare la pelle. Un consiglio è quello di alternare acqua calda e fredda quando ci si lava e anche i detergenti, a seconda del periodo dell’anno e della reazione cutanea. La pelle è viva, perciò non è sempre grassa o secca, può variare, per questo bisogna fare attenzione e testare i differenti prodotti.

Anche lo stress è tra i colpevoli dell’invecchiamento della pelle. Concedersi momenti per sé stessi, in cui mettere il resto del mondo al secondo posto, non è da egoisti, né un atteggiamento sbagliato. Pensare per un po’ al proprio benessere aiuta ad essere più rilassati, evitando stress mentale, che si ripercuote sul fisico. Fare face yoga può essere una buona attività per mantenere la pelle giovane ed elastica.

lo stress invecchia la pelle
Stress, tra le componenti dell’invecchiamento precoce – grantennistoscana.it

Un’abitudine quotidiana, che compiamo spesso nel corso della giornata e che viene sottovalutata, è la maniera in cui ci asciughiamo. Strofinare la pelle con un asciugamano, piuttosto che tamponarla, può rovinarla. Inoltre, è bene prestare attenzione al tipo di asciugamano che si usa, che non sia troppo rigido o ruvido. Cambiare spesso i tessuti del bagno e anche della biancheria da letto, è fondamentale, per evitare l’accumulo di batteri e germi.

Cercare di essere costante con la propria beauty routine è importante. Nonostante è consigliato alternare i prodotti, è essenziale mantenere una certa costanza nella frequenza e negli orari in cui la si applica. Se si passa un mese di seguito a prendersi cura della propria pelle e poi si smette, improvvisamente, essa ne risentirà, provocando irritazioni o imperfezioni.

L’alta percentuale di alcol e profumi nei prodotti da bagno che si utilizzano per la pelle risulta un problema. Questi non solo sensibilizzano la pelle, ma aumentano la secchezza e l’invecchiamento, evidenziando i segni. Leggere sempre con attenzione l’etichetta e cercare dei detergenti che siano privi di alcol e profumo.

Infine, l’inquinamento è una delle maggiori cause di invecchiamento precoce della pelle. Gli agenti inquinanti la rendono sensibilizzata, secca e reattiva. In alcuni casi, possono provocare reazioni cutanee, nonché un’accelerazione nella presenza di rughe.

Impostazioni privacy