Stipendi, ecco quando aumenteranno: la decisione del governo

Buone notizie per tutti gli italiani. Il governo di Giorgia Meloni ha deciso di aumentare gli stipendi: ecco cosa serve sapere in merito

Negli ultimi anni, le famiglie italiane si sono trovate a dover sostenere costi sempre maggiori. A partire dal 2020, con la pandemia di Sars-CoV-2 e i diversi lockdown in giro per il mondo, molte attività produttive hanno dovuto tirare il freno, diminuendo quindi la disponibilità di beni sul mercato: diretta conseguenza è l’aumento del prezzo degli stessi, a cui però non è conseguito un aumento degli stipendi. L’impoverimento è stato generale ed ha subito un duro peggioramento con lo scoppio della guerra tra Russia ed Ucraina, che ha causato pesanti rincari sul prezzo delle bollette e dei carburanti. Insomma, sono anni difficili: arriva però l’aumento degli stipendi.

Aumentano gli stipendi: ecco quando
Aumentano gli stipendi: ecco quando. Gioia per tutti gli italiani (grantennistoscana.it)

Proprio per sostenere le famiglie italiane in questo periodo tutt’altro che facile dal punto di vista economico, il governo guidato da Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia ha approvato l’aumento generale degli stipendi. Per molti si tratta di un vero e proprio sospiro di sollievo, a fronte di tassi del mutuo in rialzo, carburanti che sono tornati a crescere per quanto riguarda il costo al litro e vacanze sempre più care: ecco quando aspettarselo.

Quando arriverà la nuova riforma fiscale

Sono mesi intensi, dal punto di vista della riforma fiscale e delle novità in ambito lavorativo e salariale. Il Partito Democratico, con Azione e il Movimento 5 Stelle, ha proposto i 9 euro minimi all’ora, ma Giorgia Meloni non è dello stesso parere: di fronte al suo definire il salario minimo come controproducente, Elly Schlein ha suggerito alla Premier di non illudere gli italiani e i lavoratori, suggerendo che a suo dire Giorgia Meloni non abbia capito correttamente la proposta dell’opposizione. Di tutta risposta, nell’incontro dell’11 agosto tra Meloni e le opposizioni, la Premier ha annunciato che le prime novità sono previste per il 1° gennaio 2024.

Giorgia Meloni annuncia le novità del suo governo
Giorgia Meloni annuncia le novità del suo governo: a gennaio 2024 aumenta lo stipendio (grantennistoscana.it / ansafoto)

Secondo il quotidiano torinese La Stampa, l’incontro dell’11 agosto è stato organizzato proprio con la finalità di mostrare alle opposizioni l’apertura ad ascoltare le loro idee: in una Roma deserta e nel pieno del caldo e delle vacanze, il governo è disponibile a lavorare per gli italiani e per il miglioramento delle loro condizioni. In realtà, però, sembra che non ci sia stata alcuna apertura nei confronti delle opposizioni stesse e che il decreto legge sul lavoro, così come la legge di bilancio prevista per l’autunno, sia ancora più o meno la stessa.

Ecco le proposte della minoranza

Dall’altro lato rispetto al governo guidato da Giorgia Meloni c’è una controproposta forte e soprattutto a favor di popolo, che vede la sua massima espressione nei termini del salario minimo, un concetto semplice e ben noto a tutti, per cui un caposaldo della strategia di Conte e Schlein. Secondo quest’ultima, in particolare, il salario minimo non indebolirebbe nessuno, poiché livellerebbe tutte le retribuzioni verso l’alto secondo i contratti collettivi stipulati dai sindacati. “Chi oggi guadagna 5 euro l’ora ne guadagnerà almeno 9, ma chi ne prende 12 continuerà a prenderli” sostiene.

Aumento degli stipendi: cosa sapere
Aumento degli stipendi: cosa sapere e quando aspettarselo (grantennistoscana.it / ansafoto)

La leader del Partito Democratico, inoltre, sottolinea come ancora oggi ci siano troppe aziende che sfruttano i lavoratori e che fanno concorrenza sleale. A suo dire, quando la Germania ha introdotto questo tipo di proposte finalizzate al salario minimo e al miglioramento delle condizioni dei lavoratori, c’è stata una generale crescita dell’occupazione e un aumento dei salari del 15%. Dall’altro lato, però, Antonio Tajani definisce queste proposte del Partito Democratico come “da Unione Sovietica” e Giorgia Meloni, pur ascoltandole, sembra intenzionata a proseguire per la propria strada: attendiamo quindi l’aumento degli stipendi per il 1° gennaio 2024.

Impostazioni privacy